La storia

 

Popoli e Religioni – Terni Film Festival è un festival cinematografico internazionale che si svolge annualmente nel mese di novembre presso il multisala Cityplex Politeama a Terni e in altri luoghi della città;  si occupa di dialogo interreligioso, spiritualità nel cinema, integrazione degli immigrati, educazione al cinema e attività per i detenuti.

Il Festival è stato insignito per tre anni consecutivi della medaglia del Presidente della Repubblica Italiana e della benedizione di papa Francesco ed è organizzato dall’Istituto di Studi Teologici e Storico-Sociali (Istess) diretto da Stefania Parisi. Presidente onorario del festival è il regista polacco Krzysztof Zanussi, il direttore artistico è il giornalista Arnaldo Casali.

Promosso dalla Diocesi Terni Narni Amelia e dalla Conferenza Episcopale Umbra, il festival gode del patrocinio del Comune di Terni e del Pontificio Consiglio per la Cultura e del sostegno della Regione Umbria, del Ministero per i beni e le attività culturali e della Fondazione Cassa di Risparmio di Terni e Narni.

Il festival prevede proiezioni per i detenuti nel carcere di Terni e matinée per gli studenti delle scuole elementari, medie e superiori e dell’Università, anteprime nazionali e internazionali, incontri con gli autori, concerti, spettacoli teatrali, mostre e un concorso internazionale per lungometraggi, cortometraggi e documentari.

Uno degli obiettivi del festival è anche l’integrazione degli immigrati: per questo ogni anno il festival dedica un focus ad una diversa regione del mondo che coinvolge attivamente le comunità straniere con proiezioni, danze, esibizioni musicali, incontri e degustazioni di prodotti tipici.

La madrina del festival è stata dal 2006 al 2012 Maria Grazia Cucinotta. Tra i tanti personaggi che hanno animato le sue tredici edizioni ci sono Enzo Decaro, Ellen Stewart, Enrico Brizzi, Vincenzo Cerami, Lina Wertmuller, Roberto Citran, Renzo Rossellini, Guido Chiesa, Liliana De Curtis, Emanuela Aureli, Silvano Agosti, Arnaldo Colasanti, Angelo Longoni, Adelmo Togliani, la sand artist Gabriella Compagnone, Luis Bacalov, Philomena Lee (protagonista del film Philomena di Stephen Frears in cui è interpretata da Judi Dench), Guglielmo Poggi, Ermes Maiolica, Sarah Maestri, Stefano Fresi, Paolo Graziosi, Lucilla Galeazzi, Uberto Pasolini, Luca Manfredi e Dario Edoardo Viganò, prefetto per le comunicazioni del Vaticano, che è stato presidente della giuria nel 2008, nel 2011 è stato tra gli autori del libro Tra cielo e terra e nel 2014 ha ricevuto il premio alla carriera.

Il festival costituisce una rete di festival cinematografici interreligiosi europei con le Giornate di Cinema e Riconciliazione di Notre-Dame de La Salette in Francia e il festival Sacrofilm di Zamosc in Polonia.

Oltre al premio per il miglior film, migliore cortometraggio e migliore documentario, viene assegnato il premio Gastone Moschin per il cinema in Umbria e i premi per la regia, attore, attrice, sceneggiatura, colonna sonora, fotografia, effetti e l’Angelo di Dominioni alla Carriera.

Ogni anno una serata del festival è inoltre dedicata alla figura di Francesco d’Assisi, primo cristiano a dialogare pacificamente con un’altra religione, con anteprime, incontri, retrospettive e spettacoli.

Il festival, giunto alla tredicesima edizione, raccoglie mediamente circa 1000 spettatori al giorno per 9 giornate. Tra gli artisti premiati Alessandro D’Alatri, Krzysztof Zanussi, Franco Battiato, Giuliano Montaldo, Lech Majewski, Jerzy Stuhr, Eugenio Barba, Amos Gitai, Ascanio Celestini, David Rondino, Nino Frassica, Elio Germano e la PFM.

Il festival ha anche prodotto due documentari (Lo spirito di Assisi nel 2006 e Sarajevo Adesso nel 2012) e un libro: Tra cielo e terra. Cinema, artisti e religione curato da Arnaldo Casali e che raccoglie interventi e interviste – tra gli altri – di Angelo Branduardi, Giobbe Covatta, Corrado Guzzanti, Sabrina Impacciatore, Neri Marcorè, Davide Rondoni,  Carlo Verdone, Nanni Moretti e Alice Rohrwacher (Pendragon, 2011).

STORIA

Il festival è stato ideato nel 2005 dall’allora vescovo di Terni Vincenzo Paglia (consigliere spirituale della Comunità di Sant’Egidio, oggi Presidente della Pontificia Accademia per la vita) con l’obiettivo di far dialogare attraverso l’arte cinematografica i popoli e le religioni: un “incontro di civiltà” che voleva essere una risposta allo “scontro di civiltà” paventato dopo l’11 settembre.

La prima edizione è stata inaugurata sabato 19 novembre 2005 negli studi cinematografici di Papigno, a quel tempo di proprietà di Cinecittà e di Roberto Benigni, che li aveva utilizzati per le riprese di La vita è bella, Pinocchio, La tigre e la neve e lo speciale televisivo L’ultimo del Paradiso.

Padrino era stato Carlo Fuscagni, fondatore della Umbria Film Commission e allora presidente di Cinecittà Holding. La consulenza artistica era di Carlo Chatrian, allora vicedirettore dell’Alba Film Festival e oggi direttore del festival di Locarno.

Nel 2006 la direzione artistica è passata ad Arnaldo Casali, Matteo Ceccarelli e Alessandro Minestrini ed è iniziata l’amicizia con Krzysztof Zanussi, divenuto nel 2011 presidente onorario del Festival, che è stato artefice della Rete dei festival cinematografici europei, e con Maria Grazia Cucinotta.

Nel 2009 nell’ambito del focus Africa è stato presentato per la prima volta al pubblico il progetto del regista Paolo Bianchini Il sole dentro, film incentrato sulla storia di Yaguine e Fodè (i due bambini guineiani morti nel 1999 nascosti sul vano carrello di un aereo diretto a Bruxelles, dove avrebbero voluto consegnare una lettera “ai governanti d’Europa”) e allora ancora in fase di sceneggiatura, una scena della quale fu interpretata dal vivo da Francesco Salvi con due bambini della comunità africana di Terni. Negli anni successivi sono state presentate anteprime del film e nel 2012 l’opera finalmente completa.

Nel 2010 il festival ha presentato in esclusiva lo spettacolo Il giullare di Assisi con un inedito san Francesco comico (basato sulle fonti e studi storici) interpretato da Francesco Salvi e Fabio Bussotti, tornato per l’occasione a vestire i panni di frate Leone a 21 anni dal Nastro d’argento vinto per il film di Liliana Cavani.

Nel 2011 la stessa Cavani, ricevendo l’Angelo alla carriera, ha annunciato l’intenzione di girare un terzo film su Francesco d’Assisi, presentato poi nel 2015. Nello stesso anno alla direzione artistica è subentrato lo sceneggiatore Pierluigi Frassineti e nel 2013 il regista Oreste Crisostomi. Dal 2014 la direzione artistica è tornata ad Arnaldo Casali.

Nel 2015 il festival si è aperto proprio all’indomani degli attentati di Parigi. La videomaker polacca Maria Lis, studentessa alla scuola del cinema di Parigi che viveva in uno dei luoghi colpiti, ha raccontato di essere scampata alla strage proprio perché partita il giorno prima alla volta di Terni.

Il focus di quell’anno era stato dedicato al Marocco e alla religione islamica per rispondere all’ondata di odio razziale e islamofobia seguiti agli omicidi nella redazione della rivista “Charlie Hebdo” e all’assassinio – avvenuto a Terni proprio sulla piazza di fronte alla sede dell’Istess – di un ragazzo ternano da parte di uno spacciatore marocchino.

Il clima di tensione ha portato a speciali misure di sicurezza durante le giornate del festival (in particolare all’inaugurazione cui avevano preso parte la presidente della Regione Catiuscia Marini e il cardinale Gualtiero Bassetti) e a polemiche per il coinvolgimento dell’associazione dei Giovani Musulmani d’Italia sollevate dal quotidiano “Libero”.

Nel 2016 è stato presentato in concorso un cortometraggio incentrato proprio sugli attentati di Parigi: Salaam StDenis2015 di Federica Pacifico. Sempre nel 2016 il festival è stato preceduto da un evento speciale al teatro Lyrick di Assisi dove è stato presentato in anteprima mondiale il film Il sogno di Francesco. Il film è stato proiettato  anche al festival, introdotto da un incontro con la medievista Chiara Frugoni e il frate tenore Alessandro Brustenghi, che ha eseguito la melodia originale del Cantico delle creature da lui stesso ricostruita.  

 

PREMI:

Miglior documentario

2005 Malgré la nuit di Marc Weymuller (Francia)

2006 Lettere dal Sahara di Vittorio De Seta (Italia)

2007 El misionero di Wojciech Staron (Polonia)

2008 Sotto il cielo di Amedabad di Stefano Vignola & Stefano Ribechi (Italia)

2009 Il colore delle parole di Marco Simon Puccioni (Italia)

2010 (non assegnato)

2011 Vera di Francesca Melandri (Italia)

2012 Quasi sposi di Fatma Bucak e Sergio Fergnachino (Italia-Turchia)

2013 Le cose belle di Agostino Ferrente e Giovanni Piperno (Italia)

2014 Il sole dei cattivi di Paolo Consorti (Italia)

2015 Uomini proibiti di Angelita Fiore (Italia)

2016 Il papa in versi di David Riondino (Italia-Cuba)

2017 Viaggio a Sud di Alessandro Seidita e Joshua Vahlen

 

Miglior film

2007 7km da Gerusalemme di Claudio Malaponti (Italia)

2008 Corazones de mujer di Davide Sordella & Paolo Benedetti (Italia-Marocco)

2009 Silent Wedding di Horatiu Malaele (Romania)

2010 Velma di Piero Tomaselli (Italia)

2011 The mill and the cross di Lech Majewski (Polonia)

2012 When day breaks di Goran Paskaljevic (Serbia)

2013 The priest’s children di Vinko Bresan (Croazia)

2014 Il sole dei cattivi di Paolo Consorti (Italia)

2015 Histoire de Judas di Rabah Ameur Zamesche (Francia)
e Biagio di Pasquale Scimeca (Italia)

2016 Dough di John Goldschmidt (Regno Unito – Ungheria)

2017 La metamorfosi (Inghilterra)

 

Miglior cortometraggio

Non è stato assegnato dal 2005 al 2011

2012 Babylon Fast Food di Alessandro Valori (Italia)

2013 Giù e su di Corina Zund (Svizzera)

2014 Acabo de tener un sueno di Javier Navarro (Spagna)

2015 Nell’ora che non immaginate di David Gallarello (Italia)

2016 Adam & Eve di Bianca & Davey Morrison (Stati Uniti)
Holy City di Imbal Bentzur e Mor Galperin (Israele)

2017 Siamo la fine del mondo di Guglielmo Poggi (Italia)

 

Premio alla carriera

2006 Krzysztof Zanussi

2007 Franco Battiato

2008 Alessandro D’Alatri

2009 Giuliano Montaldo

2010 assegnato ma non consegnato a Luigi Magni

2011 Liliana Cavani e Pupi Avati

2012 Jerzy Stuhr

2013 Eugenio Barba, Ryszard Bugajski e Renato Scarpa

2014 Dario Edoardo Viganò e Amos Gitai

2015 Ascanio Celestini

2016 Elio Germano

2017 Franco Cardini e Religion Today Film Festival

 

Premi speciali

2008 Pa-ra-da di Marco Pontecorvo (Italia) – Premio del pubblico

2009 Le voci interiori di Krzysztof Zanussi (Polonia) – Premio del pubblico

2010 Sul mare di Alessandro D’Alatri (Italia) – Premio del pubblico

2016 Il sogno di Francesco di Arnaud Louvet & Renaud Fely (Francia) – Gran Premio della Critica

2016 Il mattino senza fine di Ciprian Mega (Romania)           – Premio Istess per il Giubileo

2017 Enklave di Goran Radovanovic (Serbia) – Premio Signis

2017 – Portami via di Marta Cosentino (Italia) – Premio Confronti

2017 – Immagine dal vero di Luciano Accomando (Italia) – Premio del pubblico

2018 – La biblioteca multiculturale di Cagliari di Valentina Piras (Italia) – Premio del pubblico

 

Premio Gastone Moschin

Il premio è stato istituito nel 2016 e riguarda tutti i film, documentari o cortometraggi realizzati da artisti umbri o girati in Umbria e intitolato nel 2017 a Gastone Moschin

2016 My awesome sonorous life di Giordano Torreggiani

2017 Luca Manfredi per In arte Nino

2018 Marialuna Cipolla

 

Migliore regia

2016 Maria Rosaria Omaggio per Hey you! (Italia)

2017 Guglielmo Poggi per Siamo la fine del mondo (Italia)

 

Migliore sceneggiatura

2014 Insolito naufrago nell’inquieto mare d’oriente di Sylvain Estibal (Palestina)

2015 Il giorno più bello di Max Nardari (Italia)

2016 Cambio di destinazione d’uso di Edoardo Siravo e Massimo Reale (Italia)

2017 Max Chicco per Amore grande (Italia)

 

Migliore attore protagonista

2014 Nino Frassica & Luca Lionello per Il sole dei cattivi (Italia)

2015 Roberto Herlitzka per Nell’ora che non immaginate (Italia)

2016 Emanuel Cohn per Il piccolo dittatore (Israele)

2017 Paolo Graziosi per Amore grande (Italia)

e Jerzy Stuhr per Il cittadino (Polonia)

 

Migliore attore non protagonista

2014 Francesco Salvi per 10th & Wolf (Stati Uniti)

2017 Stefano Fresi per In arte Nino (Italia)

 

Migliore attrice

2014 Celeste Casciaro per In grazia di Dio (Italia)

2015 Sara Serraiocco per Francesco (Italia)

2016 Charlotte Schioler per Slor (Danimarca)

2017 Bianca Nappi per La mia famiglia a soqquadro (Italia)

 

Migliore attrice non protagonista

2014  Emmanuelle Devos & Arenne Omari per Il figlio dell’altra (Francia)

2017 Nav Ghotra per Babylon Sisters (India)

 

Miglior colonna sonora

2016 PFM per Hey You! (Italia)

2017 Lucilla Galeazzi per Il contagio (Italia)

 

Migliore fotografia

2016 Daniele Poli per The Player (Italia)

2017 Alessia Scarso per Vasa Vasa (Italia)

 

Migliori effetti                              

2016 Dio esiste e vive a Bruxelles di Jaco Van Dormael (Belgio)

2017 La metamorfosi di Chris Swanton (Inghilterra)

 

Menzioni speciali

2014 Un minuto di silenzio di Matteo Ceccarelli (documentario)

2014 Chi fa Otello? di David Fratini (cortometraggio)

2015 Ore 18 in punto di Giuseppe Gigliorosso (film) – produzione

2016 Babilonia di Folco Napolini (cortometraggio)

2016 Mariam di Faiza Ambah (film)

2016 Il potere dell’oro rosso di Davide Minnella (cortometraggio)

2016 Women in sink di Iris Zaki (documentario)

2016 Il nostro ultimo di Federico Di Martino (film) – produzione

2017 L’amore senza motivo di Paolo Mancinelli (documentario) – Signis

2017 Chocolate Wind di Ilia Antonenko (corto) – Signis

 

GIURIE INTERNAZIONALI

2005 Giuria popolare

2006 Giuria popolare

2007 Giuria popolare

2008 Dario Edoardo Viganò (critico), Enzo Decaro (attore), Marzia Ubaldi (attrice)

2009 Paolo Bianchini (regista), Fabio Bussotti (attore), Andrzej Bubela (direttore del festival Sacrofilm di Zamosc)

2010 Giuria popolare

2011 Renzo Rossellini (produttore), Guido Chiesa (regista), Deborah Young (direttrice del Taormina Film Fest)

2012 Angelo Longoni (regista), Luca Manfredi (regista), Roberto Zibetti (attore)

2013 Martine Brochard (attrice), Claudio Gabriele (produttore), Moreno Cerquetelli (giornalista)

2014 Arnaldo Colasanti (critico), Mauro Cardinali (attore), Marek Lis (critico)

2015 Paolo Consorti (regista vincitore 2014), Paola Rinaldi (attrice), Giulio Guerrieri (direttore del festival Corto Weekend)

2016 Katia Malatesta (direttrice del festival Religion Today di Trento), Angelita Fiore (regista vincitrice 2015), Marialuna Cipolla (musicista)

2017 David Riondino (vincitore documentari 2016), Annalisa Aglioti (attrice), Ewa Przyjazna (direttrice festival di Breslavia)

 

Direttori artistici

Carlo Chatrian (2005)

Arnaldo Casali, Alessandro Minestrini & Matteo Ceccarelli (2006)

Alessandro Minestrini & Matteo Ceccarelli (2007-2010)

Pierluigi Frassineti (2011)

Arnaldo Casali (2012)

Oreste Crisostomi (2013)

Arnaldo Casali (2014-2018)

 

FOCUS FRANCESCANO

2006 – Proiezione di Francesco di Liliana Cavani (1989). Incontro con Liliana Cavani, Fabio Bussotti e Krzysztof Zanussi.

2007 – Anteprima assoluta di Il giorno, la notte. Poi l’alba di Paolo Bianchini (2007); incontro con Paolo Bianchini, lo sceneggiatore Marcello Sambati, Giorgio Cantarini e il resto del cast del film; dibattito con Francesco Arlanch, sceneggiatore di Chiara e Francesco (2007).

2008 – Presentazione dei sentieri francescani umbri con il vescovo Vincenzo Paglia e l’architetto Paolo Leonelli. Dibattito con Andrea Armati, autore del libro Lo stregone di Assisi; proiezione di Francesco d’Assisi di Michael Curtiz (1964); concerto degli Eldar.

2009 – Proiezione di Frate Sole di Mario Corsi e Ugo Falena (1918) e della docu fiction San Francesco e frate Bernardo, il primo compagno di Fabrizio Benincampi. Incontro con Paolo Bianchini, Francesco Salvi, Vincenzo Paglia, Paco Reconti.

2010 – Proiezione di Francesco giullare di Dio di Roberto Rossellini (1950); anteprima dello spettacolo teatrale Il giullare di Assisi di Arnaldo Casali con Francesco Salvi, Fabio Bussotti, Stefano de Majo e gli Eldar

2011 –  Proiezione di Francesco di Assisi di Liliana Cavani (1966); Angelo alla carriera a Liliana Cavani

2012 – Proiezione di Uccellacci e uccellini di Pier Paolo Pasolini (1965) e di Clarisse di Liliana Cavani (2012). Esibizione di frate Alessandro Brustenghi e Irene Boschi. Incontro con Liliana Cavani.

2013 – Anteprima del cortometraggio Giro giro tondo di Giacomo Moschetti con Germano Rubbi e Giordano Agrusta (2013)

2014 – Proiezione del film Il santo riluttante di Edward Dmytryk (1962); performance Francesco e il vescovo di Terni di Arnaldo Casali con Francesco Salvi, Fausto Tognini e gli Eldar.

2015 –  Proiezione di Francesco di Liliana Cavani (2014); incontro con Liliana Cavani e Sara Serraiocco.

2016  – Assisi: anteprima mondiale di Il sogno di Francesco di Renaud Fely e Arnaud Louvet (2016); incontro con Renauld Fely, Arnaud Louvet, padre Enzo Fortunato, Marcello Mazzarella; Angelo alla carriera a Elio Germano.

Terni – Proiezione di Il sogno di Francesco, incontro con Chiara Frugoni ed esecuzione della versione originale del Cantico delle creature da parte di frate Alessandro Brustenghi.

2017 – Proiezione del film Trzy Korony – Massimiliano Kolbe e incontro con gli organizzatori del festival di Niepokalanòw di Breslavia.

 

LUOGHI

Il Festival si svolge presso il Cinema Cityplex Politeama Lucioli a Terni in Umbria. Nelle prime due edizioni si è svolto anche presso gli studi cinematografici di Papigno, nell’auditorium di Palazzo Primavera e nel cinema Fiamma, che ha chiuso nel 2007.

Nel 2010 il festival si è svolto interamente all’interno del complesso museale Caos, mentre nel 2014 e nel 2015 alcuni eventi sono stati ospitati dal Museo Diocesano.

Il Cenacolo San Marco, sede dell’Istess, ospita ogni anno mostre, concerti, incontri o retrospettive. Nel 2013 il festival è stato itinerante, e oltre a Terni si è svolto nel cinema Monicelli di Narni e nella Sala Boccarini di Amelia. Nel 2016 l’anteprima mondiale del film Il sogno di Francesco è stato ospitata dal teatro Lyrick di Assisi.

 

ALTRI PROGETTI

Oltre al Terni Film Festival il progetto Popoli e Religioni prevede una serie di cineforum nelle scuole, in carcere, al cinema Cityplex Politeama di Terni o al Cenacolo San Marco per le comunità di immigrati. In occasione della festa di San Valentino, protettore di Terni e degli innamorati, vengono organizzati periodicamente eventi speciali. Tra questi nel 2008 l’anteprima del film Lezioni di cioccolato di Claudio Cupellini, nel 2009 l’incontro con Alessandro D’Alatri e la proiezione di Casomai, nel 2011 lo spettacolo teatrale Scene da un matrimonio di Ingmar Bergman interpretato da Daniele Pecci e Federica Di Martino e diretto dallo stesso D’Alatri; nel 2016 le proiezioni del film Figli di Maam di Paolo Consorti e del documentario San Valentino a Bussolengo prodotto dall’Istess e nel 2017 la proiezione del cortometraggio Valentino con ghiaccio di Paolo Consorti.

 

FOCUS         

2005 India

2006 Polonia

2007 America Latina

2008 Cina

2009 Africa

2010 Bulgaria

2011 Maghreb

2012 Balcani

2013 Scandinavia

2014 Gerusalemme

2015 Marocco

2016 Romania

2017 India

2018 Nigeria

 

EDIZIONI:

I edizione: Tra cielo e terra. Dal 19 al 22 novembre 2005.

II edizione: Popoli e Religioni. Dal 24 al 29 ottobre 2006.

III edizione: Popoli e Religioni. Dal 3 all’11 novembre 2007.

IV edizione: Religioni e diritti umani. Dal 9 al 16 novembre 2008.

V edizione: Immigrazione e integrazione. Dal 7 al 15 novembre 2009.

VI edizione: Tra cielo, terra e mare. Dal 7 al 14 novembre 2010.

VII edizione: Donne d’oriente, donne d’occidente. Dal 20 al 27 novembre 2011.

VIII edizione: Primo: la famiglia. Dal 17 al 25 novembre 2012.

IX edizione: In cerca del padre. Dal 26 novembre al 1 dicembre 2013.

X edizione: Ogni città è una Gerusalemme. Dall’8 al 16 novembre 2014.

XI edizione: Paradiso perduto. Dal 14 al 22 novembre 2015.

XII edizione: Babele. Dal 12 al 20 novembre 2016.

XIII edizione: Metamorfosi. Dal 10 al 20 novembre 2017.

XIV edizione: L’età imperfetta. Dal 10 al 18 novembre 2018

 

ADESSO

Sin dalla prima edizione la rivista Adesso (nata nel 1999 riprendendo la testata e l’eredità del celebre periodico di don Primo Mazzolari) dedica ogni anno un intero numero al festival, che viene distribuito gratuitamente a tutti gli spettatori e pubblicato online.

I numeri di “Adesso” su Popoli e Religioni disponibili online

 

2018 http://www.popoliereligioni.it/2018/10/31/adesso-2018-la-rivista/

2017 http://www.popoliereligioni.it/2017/11/08/adesso-2017-la-rivista/

2016 http://www.popoliereligioni.com/images/pdf/POPOLI_E-RELIGIONI_2016_small.pdf

2015 http://reteblu.altervista.org/wp-content/uploads/2015/11/adesso51.pdf

2014 http://reteblu.altervista.org/wp-content/uploads/2014/11/ADESSO50.pdf

2013 http://reteblu.altervista.org/wp-content/uploads/2013/11/ADESSO_2013_SMALL.pdf

2012 http://www.popoliereligioni.com/images/pdf/adesso_201_small.pdf

 

COLLEGAMENTI ESTERNI:

Sito ufficiale www.popoliereligioni.com  – www.ternifilmfestival.com  e www.ternifilmfestival.it

Sito organizzazione ISTESS www.istess.it

Reteblu.org  www.reteblu.org

Translate »