Documentari in concorso

234

L’AMORE SENZA MOTIVO
di Paolo Mancinelli
Italia, 2017; durata 15′
Majid ha gli occhi trasparenti e un ciuffo di capelli color nocciola che gli scende morbido sulla fronte. Ne va orgoglioso, ogni tanto la camera coglie momenti in cui si pettina con estrema cura rimirandosi allo specchio, ha sedici anni, ha carisma e dimostra di possedere tutta l’effervescenza tipica dell’età della trasformazione. La sua biografia, però, rende questo momento di passaggio ancora più intenso. Majid è un profugo siriano ed è arrivato in Italia grazie a Papa Francesco in seguito alla visita del Pontefice nel campo rifugiati di Lesbo ad aprile del 2016.
Mercoledì 15 novembre ore 20.45

PORTAMI VIA
di Marta Cosentino
Italia, 2017; durata 59’
Il ritratto intimo di una metamorfosi, quella di Jamal e della sua famiglia siriana: dal carcere e dalle torture sotto il regime di Bashar al-Assad, all’attesa, in Libano, di un nuovo inizio, a Torino, Italia. Un ponte fatto di sogni, paure, speranze, aperto grazie ai “corridoi umanitari”, un progetto-pilota frutto dell’impegno del terzo settore italiano. Un viaggio tra attaccamento alle tradizioni e la scommessa di un futuro in Europa. Un futuro che comincia con una carta d’imbarco.
Mercoledì 15 novembre ore 21.30

VIAGGIO A SUD
di Joshua Wahlen
Italia, 2014; durata 58’
Due giovani registi siciliani intraprendono un lungo viaggio nelle zone più remote del proprio paese. Lo scopo è quello di testimoniare la profonda trasformazione che ha subito l’Isola tra ieri e oggi. Lo spazio della loro ricerca non è la città bensì la vita dei piccoli paesi di Montagna, delle contrade di campagna, delle borgate di mare. Lungo il viaggio si abbandonano alle storie di artigiani, casalinghe, contadini, pescatori, intellettuali, preti e cantastorie.
Martedì 14 novembre ore 16

REJETES
di Antonio Guadalupi
Italia, 2017; durata: 27’
E’ un documentario su una casa di cura in Benin e Togo. Luoghi poverissimi dove questi gli ammalati mentali vengono alla misericordia delle famiglie e della comunità che non vede altra possibilità che legarli in catene.
Mercoledì 15 ore 15.45

LA BIBLIOTECA MULTICULTURALE DI CAGLIARI
di Valentina Piras
Italia, 2017; durata 10′
In seguito alla dissoluzione dell’Unione Sovietica nel 1991 c’è stata in Europa una grande invasione di donne provenienti dalla Russia, Ucraina, Kazakistan, Kirhgistan in Italia. Molte di queste donne erano diplomate o laureate. In Italia loro lavorano principalmente nel settore del lavoro di cura o domestiche. Questo documentario racconta di come una rete di associazioni a Cagliari ha costruito un progetto di interazione con le donne immigrate.
Martedì 14 novembre ore 16.50

VASA VASA
di Alessia Scarso
Italia, 2017; durata 12’
E’ la storia della Passione e Resurrezione di Cristo raccontato dal punto di vista emozionale della Madonna promulgato durante la processione liturgica a Modica in Sicilia. Un viaggio nel folklore del profondo sud che ha ispirato anche artisti come Vinicio Capossela.
Giovedì 16 novembre ore 17

WE LIGHT THE TRADITION
di Roberto Pansini
Italia-Stati Uniti, 2017; durata 58′
Un documentario che racconta l’organizzazione di una processione della Madonna dei Martiri a Hobouken dove vive una piccola comunità Italiana e dove vengono portate le luminarie di Molfetta per portare un po’ di tradizione in terra straniera.
Giovedì 16 novembre, ore 17.15

IMMAGINI DAL VERO
di Luciano Accomando
Italia, 2017; durata 66’
E’ la storia del successo di 5 donne e sette uomini che, dopo aver emigrato in Sicilia, sono stati in grado di contribuire alla comunità e di integrarsi. Finalmente un documentario che dà volto e nomi a quelli che vengono raccontati sempre come numeri o “vittime”.
Mercoledì 15 novembre ore 23

FANTASSUT
di Federica Foglia
Italia, Grecia, Macedonia, 2016; durata: 15’
Girato in un campo di rifugiati Idomeni, al confine tra Grecia e Macedonia, dove sono presenti circa 12.000 rifugiati dalla Siria, Iran, Iraq, Pakistan che hanno vissuto per mesi in condizioni disumane sperando nella riapertura delle frontiere e di poter continuare il loro viaggio attraverso i Balcani.
Mercoledì 15 novembre ore 16.45

LA REPUBBLICA DEI BAMBINI
di David Fratini
Italia, 2017; durata 19′
Nella provincia di Teramo (Abruzzo) le luoghi, tre scuole. Gli adulti trasmettono conoscenza ai bambini e i bambini la filtrano dalla loro chiara sensibilità: ci sono quelli che hanno appreso la lezione e quelli che danno una libera interpretazione e insegnano qualcosa. Dal regista ternano menzione speciale a Popoli e Religioni 2014 per il corto “Chi fa Otello?”
Venerdì 17 novembre ore 16.30

FAREWELL GODDESS
di Amit Agarwal
India, 2017; durata: 5’
Vedere gli idoli dei Dei Indu che vengono costruiti, curati e venerati con amore fa sorgere delle domande. Questa domanda tocca il nervo del nostro rapporto abusivo con la natura.
Domenica 19 novembre ore 15.30

EVERYDAY HEROS
di Harshid Bongarde
India, 2017, durata 8′
Vishal è un cantastorie e la guida di un piccolo villaggio Indiano. Dei ragazzi in motorino lo incontrano, lo riprendono e il video di questo ragazzo diventa virale. Da questo video i ragazzi guadagnano dei soldi con cui decidono di aiutare il piccolo Vishal.
Domenica 19 novembre ore 15.35

RUN(D) FOR FREEDOM
di Francesco Agostini
Gran Bretagna, 2016; durata: 23’. Proiezione con sottotitoli in inglese.
Rund è una ragazza di 21 anni ed è una rifigiata. Il 6 agosto del 2014 scappò da Qaraqosh con la sua famiglia per salvarsi dall’Isis. Dopo due anni corre alla maratona per la pace e ha la possibilità di ritornare nella sua città ma per poche ore.
Venerdì 17 novembre ore 15.30

LISTEN
di Min Min Hein
Birmania, 2017; durata 13’
Listen” è incentrato sulla rivoluzionaria artista Chaw Ei Then esiliata dalla sua casa in Myamnar, che usa la sua arte impressionistica e emozionante come espressione di dissenso.
Martedì 14 novembre ore 15.30