POPOLI E RELIGIONI A UN PASSO DAL CIELO: IL TERNI FILM FESTIVAL SCALA LA VETTA DEL K2 E VOLA VERSO LA LUNA

159

Se con la loro torre gli abitanti di Babele volevano “toccare” il cielo, il festival Popoli e Religioni – dedicato quest’anno proprio al tema di Babele – racconta anche l’aspirazione dell’uomo a salire sempre più in alto arrivando alla vetta del mondo fino a immergersi tra le stelle.

Un’intera giornata è dedicata così all’alpinismo e a i viaggi nello spazio: giovedì 17 novembre la biblioteca comuanle di Terni ospita un pomeriggio incentrato sulla conquista del K2 organizzato in collaborazione con il festival “Vette in vista” (che prevede la proiezione del documentario realizzato da Mario Fantin durante la conquista del 1954 e la presentazione di un progetto cinematografico dedicato allo stesso Mario Fantin) e – dalle 15 alle 20 – l’esperienza di realtà virtuale Sideralia di Paul Harden e Grazia Genovese, che permetterà a tutti gli spettatori del festival di indossare un casco ed effettuare un viaggio onirico sul pianeta Kepler452B.

Alle 21 ci si sposta al Cityplex Politeama per la proiezione di Astrosamantha, il primo film girato nello spazio, che racconta i tre anni della vita di Samantha Cristoforetti, dalla preparazione fino alla missione spaziale. Il film – di cui l’anno scorso erano stati proiettati in anteprima alcuni minuti – svela al grande pubblico una versione inedita della donna detentrice del record europeo di permanenza nello spazio.

A chiudere la serata il primo film di fantascienza in assoluto: Viaggio sulla luna di George Méliès, prodotto nel 1902 e ispirato a Dalla terra alla luna di Jules Verne.

A completare la giornata – sempre al Cityplex alle 21, prima di Astrosamantha – la proiezione del cortometraggio The Little dictator presentato dall’autore e protagonista, l’attore israeliano Emanuel Cohn, che racconta la storia di un professore universitario ebreo sottomesso e bistrattato da tutti che all’improvviso si trasforma in Adolf Hitler

Translate »