NATALE TRA POPOLI E RELIGIONI – CONCERTO PER IL NUOVO ANNO

144

Si apre nel segno della musica il 2016 del progetto Popoli e Religioni dell’Istess: sabato 2 gennaio 2016 alle 17.30 al Museo Diocesano va infatti in scena Un concerto per il nuovo anno dell’Ensemble delle Colline Umbre con la soprano Heidi Hornlein e i flauti di Hermelyn Meinardi e Graham Hunt.

Il programma prevede musiche composte tra il XV e il XVIII secolo da Jacques Hotteterre le Romain, Tylman Susato, John Dowland. Guilluame Dufay, John Wilbye, Thomas Morley e Canzoni tradizionali natalizie.

Heidi Hörnlein. Dal 1978 soprano nel coro RIAS di Berlino, solista concertistica in Germania, ha studiato Opera Lirica Italiana a Roma nel 1987 ed è insegnante di voce e terapista per voce da più di 20 anni in Italia con centinaia di studenti. È stata maestro del coro della Chiesa Luterana Tedesca a Roma per 15 anni. Hermelyn Meinardi olandese, medico, suona il flauto dolce soprano da quando aveva 6 anni, e in seguito ha studiato flauto alto e flauto traverso. A 18 anni sceglie di diventare medico dedicando sempre molto tempo alla musica classica, suonando in diverse orchestre sinfoniche studentesche-amatoriali, e diverse ensemble per fiati, trio e sestetto. Graham Hunt, inglese, suona il flauto dolce da 60 anni. Dopo aver studiato la cornamusa scozzese e suonato il sassofono in una band rock ha riscoperto la magia dell’umile flauto. (Fare esercizi con i due primi in un appartamento a Londra non era gradito dai coinquilini). Malgrado abbia viaggiato il mondo per il suo lavoro non ha mai esperimentato una sensazione che equivalga a suonare insieme a Hermelyn e Heidi.

A chiudere le feste nel segno della pace a cento anni dall’inizio della Prima guerra mondiale – martedì 5 gennaio 2016 alle 21 – sarà invece la serata dedicata alle tregue di Natale organizzate dai soldati nemici e non autorizzate dai vertici militari nel 1914 e nel 1915.

Il reading Natale in Trincea di Arnaldo Casali con Martina Stella, Emanuele Cordeschi ed Emanuele Grigioni racconta – attraverso lettere di soldati e documenti originali – la pace esplosa il giorno di Natale al fronte, soffermandosi, nello specifico sulla genesi della Preghiera semplice attribuita a san Francesco ma composta in realtà proprio durante la Grande Guerra, e sulle vicende di due soldati del territorio ternano: il falegname di Collescipoli Ezio Cappelli e il seminarista di Attigliano Vincenzo Lojali, che diventerà poi l’ultimo vescovo di Amelia.

A seguire la proiezione del film Joeyeux Noel – una verità dimenticata dalla storia di Christian Carion, già presentato con successo all’edizione 2014 del festival Popoli e Religioni, che affronta lo stesso episodio attraverso il punto di vista dei soldati inglesi, francesi e tedeschi.

Nel frattempo, fino al 6 gennaio al Museo Diocesano è allestita la mostra di presepi tradizionali organizzata in collaborazione con gli Amici del presepio che raccoglie autentici gioielli dell’arte realizzati da 18 artisti del territorio.

L’ingresso a tutti gli appuntamenti è libero.

Translate »