I CLASSICI NATALIZI SVELATI AL MUSEO DIOCESANO CON LO SPETTACOLO XMAS REMIX E LA PRIMA NAZIONALE DEL FILM STILLE NACHT

110

Dopo il grande successo del concerto di Lucilla Galeazzi con i cori Canti e-Terni e Fior di Spina, il calendario di eventi Natale tra Popoli e Religioni promosso dall’Istess propone il giorno di Santo Stefano un reading tra musica e letteratura e un’anteprima cinematografica nazionale per una serata dedicata alla genesi dei grandi classici natalizi.

La serata si aprirà alle 21 con Xmas Remix, reading per voci e musica dal vivo tratto dal libro Il giorno di Natale di Arnaldo Casali: cinque racconti interpretati da Martina Stella, Costanza Farroni, Emanuele Cordeschi ed Emanuele Grigioni e ambientati “dietro le quinte” di altrettante celebri canzoni di Natale: O è Natale tutti i giorni di Jovanotti e Luca Carboni, Happy Xmas di John Lennon, White Christmas di Bing Crosby, Tu scendi dalle stelle di sant’Alfonso Maria de’ Liguori e il classico dei classici Silent Night (conosciuta in italiano come Astro del ciel).

A seguire, l’anteprima nazionale del film Stille Nacht di Christian Vuissa, incentrato proprio sulla curiosa nascita – nel XIX secolo in una parrocchia austriaca – del più celebre canto natalizio.

L’appuntamento successivo sarà per sabato 2 gennaio 2016 alle 17.30 Un concerto per un nuovo anno dell’Ensemble delle Colline Umbre con la soprano Heidi Hornlein e i flauti di Hermelyn Meinardi e Graham Hunt.

A chiudere le feste nel segno della pace a cento anni dall’inizio della Prima guerra mondiale – martedì 5 gennaio 2016 alle 21 – sarà invece la serata dedicata alle tregue di Natale organizzate dai soldati nemici e non autorizzate dai vertici militari nel 1914 e nel 1915.

Il reading Natale in Trincea di Arnaldo Casali con Martina Stella, Emanuele Cordeschi ed Emanuele Grigioni racconta – attraverso lettere di soldati e documenti originali – la pace esplosa il giorno di Natale al fronte, soffermandosi, nello specifico sulla genesi della Preghiera semplice attribuita a san Francesco ma composta in realtà proprio durante la Grande Guerra, e sulle vicende di due soldati del territorio ternano: il falegname di Collescipoli Ezio Cappelli e il seminarista di Attigliano Vincenzo Lojali, che diventerà poi l’ultimo vescovo di Amelia.

A seguire la proiezione del film Joeyeux Noel – una verità dimenticata dalla storia di Christian Carion, già presentato con successo all’edizione 2014 del festival Popoli e Religioni, che affronta lo stesso episodio attraverso il punto di vista dei soldati inglesi, francesi e tedeschi.

Nel frattempo, fino al 6 gennaio al Museo Diocesano è allestita la mostra di presepi tradizionali organizzata in collaborazione con gli Amici del presepio che raccoglie autentici gioielli dell’arte realizzati da 18 artisti del territorio.

L’ingresso a tutti gli appuntamenti è libero.

Translate »