Programma festival Venerdì 25 novembre

163

Anteprime nazionali e ambasciatori al festival Popoli e Religioni

Domani verrà proiettato per la prima volta Young Europe. Tra i protagonisti, i ternani Riccardo Leonelli e Camilla Ferranti

Tra gli ospiti della giornata, Mariagrazia Cucinotta e Giuliana De Sio.

Può essere considerato un miracolo della cinematografia e, domani sera, verrà presentato in anteprima italiana alla presenza del regista e di alcuni dei protagonisti. Young Europe, film girato in quattro Paesi, non è solo stato realizzato con una cifra irrisoria per una produzione di questo tipo, 250mila euro, ma si inscrive in un progetto di grande importanza sociale, essendo stato prodotto dalla Commissione Europea con la collaborazione della Polizia di Stato che, originariamente, puntava alla realizzazione di un cortometraggio sulla sicurezza stradale. E invece il regista Matteo Vicino non ha solo utilizzato gran parte dei mezzi di comunicazione di massa a sua disposizione, passando da uno spettacolo teatrale – Icaro Young – alla stesura di un libro – Young Europe, appunto -, ma è anche riuscito a compiere una vera e propria impresa, girando un lungometraggio che vede protagonisti  tre ragazzi: Josephine, Julian e Federico. Il film racconta la loro vita fino agli eventi che ne segnano la drammatica svolta.

Tra i protagonisti del film troviamo due volti noti a livello nazionale, ossia quello di Riccardo Leonelli e di Camilla Ferranti. Sarà proprio lei tra l’altro, l’attrice ternana che presenterà la serata di domani. Finora, nel corso dello svolgimento del festival, infatti, altre quattro giovani attrici ternane si sono susseguite sul palco, proprio con l’obiettivo di valorizzare i talenti locali su cui il festival, quest’anno, ha puntato molto.

La serata sarà imperdibile anche per la presenza di Maria Grazia Cucinotta che avrebbe dovuto partecipare all’appuntamento di mercoledì, nel corso della quale sono stati presentati due cortometraggi e un film che la vedono protagonista. Domani l’attrice, madrina del festival, si confronterà con il pubblico che già numeroso aveva seguito le proiezioni. In particolare, molto toccante e apprezzata è stata la proiezione del corto La tana del Bianconiglio, alla presenza della regista Linda Parente e dedicato all’Aquila. L’opera, realizzata a scopo benefico, racconta il post-terremoto tra disperazione e speranza per il futuro.

Giornata delle ambasciate

Tra le novità dell’edizione 2011 del festival va menzionata la Giornata delle ambasciate. Grazie a una collaborazione con il Ministero degli affari esteri gli ambasciatori stranieri presenti in Italia sono stati informati dello svolgimento del festival popoli e religioni e sono stati invitati non solo come ospiti, ma come protagonisti attivi della crescita della manifestazione. L’invito è stato quello di portare e presentare artisti e film provenienti dai vari Paesi che, di volta in volta, parteciperanno alla Giornata delle ambasciate di domani e di quelle a venire. In particolare i film che verranno proposti verranno proiettati, in lingua originale, nel corso del dopo-festival che si svolgerà a dicembre. Domani saranno presenti i rappresentanti di Cipro, Romania, Lesotho, Serbia, Kosovo, Mozambico e Sudafrica.

Alle 17.30, appena prima della proiezione del film Il console Italiano, gli ambasciatori saluteranno il pubblico dal palco del Cityplex, alle 19,15 parteciperanno a un aperitivo organizzato al Cenacolo San Marco, in via del Leone mentre alle 20,30 inizierà una cena di gala al circolo Il Drago a cui prenderà parte anche il vescovo di Terni Vincenzo Paglia.

Popoli e religioni scuola, appuntamenti in bct e film in concorso

Domattina il film pensato per le scuole sarà Nuovomondo del regista Emanuele Crialese che, per il suo nuovo lavoro, Terraferma, è stato candidato agli Oscar. La pellicola è anche stata proiettata nel carcere di terni in occasione dell’anteprima del festival.

In biblioteca alle 11.45 verrà presentato il libro Eva dorme, di Francesca Melandri che presenterà, in concorso, il suo Vera, che verrà proiettato alle 15 al Cityplex.

A seguire sarà la volta di Io sono. Storie di schiavitù di Barbara Cupisti.

Alle 17.30, tra i film in concorso verrà mostrato al pubblico Il console italiano di Antonio Falduto. Sarà presente il regista e gli attori Giuliana De Sio e Franco Trevisi.

ll festival, dedicato quest’anno alle Donne d’Oriente d’Occidente, non poteva non realizzare un focus in occasione della Giornata contro la violenza sulle donne. Alle 18, in bct, si svolgerà un incontro con gli interventi della scrittrice e regista Francesca Melandri e di Isoké Aikpitanyi, autrice del libro Le ragazze di Benin City e fondatrice dell’associazione Vittime ed ex vittime della tratta.

Translate »