Cineforum dell’Istess al carcere di Terni

155

Il cinema torna in carcere grazie alla collaborazione tra casa circondariale e Istess. Giovedì 10 novembre, alle 14, infatti, all’interno del penitenziario ternano verrà proiettato il fil di Emanuele Crialese Nuovomondo, anteprima dell’Umbria international film festival Popoli e religioni che si svolgerà a Terni dal 19 al 27 novembre grazie all’impegno dell’Istess e dell’associazione Umbria Vision Network.

Continuano così le iniziative legate alla diffusione della cultura, anche attraverso la settima arte, già promosse dall’Istess all’interno del carcere: un momento di confronto e approfondimento su tematiche estremamente attuali e delicate, come quello dell’emigrazione, al centro del film di Crialese. Nuovomondo è infatti la storia del viaggio di una povera famiglia siciliana dei primi del Novecento verso l’America, verso quel paradiso che, ovviamente, si dimostrerà molto meno idilliaco di quanto sperassero i protagonisti, tra perdite, speranze, discriminazioni e amore.

Quello di giovedì vuole essere, soprattutto, un’occasione per dimostrare attenzione nei riguardi dei detenuti attraverso offerte culturali e di sostegno ai problemi dell’integrazione e dello scambio tra culture diverse, come sottolinea anche il direttore del carcere di vocabolo Sabbione Giuseppe Donato, entusiasta dell’iniziativa:”La realtà dell’istituto penitenziario affronta quotidianamente questi temi e si attiva per fornire risposte ad istanze tanto diverse e in situazioni oggettivamente difficili, anche grazie all’apporto delle forze sociali, culturali e del volontariato del territorio – afferma -. Le iniziative proposte, come questa della proiezione del film di Crialese, appaiono di forte valenza, confermano la volontà di apertura dell’Istess al mondo penitenziario e favoriscono l’interrelazione tra ‘interno’ ed ‘esterno‘”.

La proiezione, aperta ai detenuti dell’istituto penitenziario, avverrà alla presenza di autorità civili e religiose locali.

Translate »