7KM DA GERUSALEMME AL SACROFILM DI ZAMOSC

167

Una rappresentanza di “Cielo e Terra” al festival polacco

Si fa sempre più stretto il legame tra la città di Terni e quella di Zamosc in Polonia: dopo il gemellaggio dei festival cinematografici interreligiosi è iniziato un percorso istituzionale che dovrebbe portare le due città a stringere un patto di amicizia entro il 2008.
Venerdì 15 febbraio una delegazione del festival “Cielo e Terra” è partita alla volta della città polacca – il cui centro storico è stato dichiarato patrimonio dell’umanità dall’Unesco – per partecipare alla nuova edizione del Sacrofilm festival, di cui è padrino Krzysztof Zanussi.
La delegazione è composta da Arnaldo Casali, responsabile del progetto cinema “Cielo e Terra” dell’Istess, e da Claudio MalapontiAngelo Sconda e Alessandro Etrusco, rispettivamente regista, produttore e protagonista (nel ruolo di Gesù) del film “7Km da Gerusalemme”vincitore dell’edizione 2007 del filmfestival popoli e religioni, che è stato presentato al Sacrofilm nella serata di sabato 16 febbraio, in anteprima assoluta per la Polonia, dove la pellicola – che racconta l’incontro, sulla strada di Emmaus, tra un pubblicitario dei nostri giorni e Gesù in persona – sarà distribuita nei prossimi mesi.
Tra i film presentati quest’anno al Sacrofilm, oltre a 7km da Gerusalemme, anche Il girotondo di Jerzy Stuhr, annunciato dall’attore e regista proprio durante l’edizione 2006 del festival “Cielo e Terra” e Katyn, il film di Andrzej Wajda sulla strage compiuta dall’esercito russo in Polonia prima dell’invasione nazista e candidato all’Oscar 2008 come miglior film straniero.
Ad incoraggiare il gemellaggio tra i due festival è stato Krzysztof Zanussi, che ha girato a Papigno il suo ultimo film “Il sole nero” e che nel 2006 ha ricevuto il premio “Cielo e Terra” alla carriera. Lo stesso Zanussi si è poi fatto da tramite per un gemellaggio tra le città di Terni e Zamosc, tanto affini per certi versi (portatrici di grandi patrimoni culturali, e sedi di festival cinematografici interreligiosi e di prestigiose rassegne di musica jazz) e complementari per altri (Terni è una città antichissima ma moderna, Zamosc è stata fondata nel XVII secolo ma da allora è rimasta intatta, Terni città industriale che cerca una vocazione turistica, Zamosc città turistica che punta sempre più sull’industria).
In occasione della partecipazione all’edizione 2007 del Sacrofilm la delegazione ternana era stata ricevuta dal sindaco di Zamosc Zamoyski (discendente del fondatore della città), mentre lo scorso novembre la direzione del Sacrofilm ha incontrato l’assessore ai gemellaggi del Comune di Terni Fabrizio Pacifici.
In occasione della tredicesima edizione del “Sacrofilm” e della seconda visita della rappresentanza  ternana alla città di Zamosc il vescovo di Terni Narni Amelia Vincenzo Paglia, il sindaco di Terni Paolo Raffaelli e l’assessore ai gemellaggi Fabrizio Pacifici hanno inviato un messaggio all’organizzazione del Sacrofilm, alla cittadinanza di Zamosc e all’amministrazione comunale.
Il messaggio del Vescovo di Terni Narni Amelia Vincenzo Paglia
Un caro saluto a tutti voi che partecipate al Sacrofilm di Zamosc. Sono particolarmente lieto che il nostro festival popoli e religioni si sia legato con il vostro. Penso che in un tempo come il nostro parlare di dialogo e di incontro tra i popoli e le religioni attraverso la dimensione del sacro sia particolarmente importante. Credo anche che la sacralità della vita per noi cristiani in particolare sia da vivere e da proporre. E’ il messaggio che l’Europa deve vivere e proporre al mondo intero. Io auguro a questa alleanza tra Zamosc e Terni, tra Italia e Polonia, che sia di grande beneficio e di grande frutto per noi e per tutti.
Il messaggio del sindaco di Terni Paolo Raffaelli
La nostra città è profondamente legata a rapporti di cultura, di solidarietà, di valori morali, all’antica e nobile comunità cittadina di Zamosc
In qualità di sindaco di Terni, attraverso questi miei concittadini, invio alla vostra municipalità e al suo sindaco, ai suoi amministratori, un saluto deferente e un ringraziamento caloroso per l’ospitalità offerta. Ospitalità che siamo ansiosi di poter contraccambiare in occasione di un prossimo incontro che ci consentirà di valutare, se lo riterrete giusto ed opportuno, la possibilità di approfondire e se possibile rendere istituzionali, i rapporti fra le nostre comunità attraverso un patto di fratellanza. La città di Terni, comunità antichissima, vede nella vasta Europa con decine di stati membri, tutti dotati di pari dignità, il luogo della sua rinnovata e moderna identità: saremmo ben lieti di poter contare sulla nobile comunità polacca di Zamosc tra le nostre sorelle di cittadinanza di Francia, Spagna, Ungheria, Repubblica Ceca. Rivolgo un ringraziamento e un augurio caloroso per i migliori successi della vostra comunità cittadina.
Il messaggio dell’assessore comunale ai gemellaggi Fabrizio Pacifici
Saluto la città di Zamosc e i suoi rappresentanti istituzionali a nome della città di. Per noi è assolutamente importante e gratificante avere amici in un territorio così importante come la Polonia e vorremmo, per il futuro, poter sviluppare ulteriormente quest’amicizia. Le tante attinenze tra la città di Zamosc e quella di Terni potrebbero arrivare a determinare un patto di amicizia e poi, perché no, un vero e proprio gemellaggio. 
Translate »