IN MOSTRA LE OPERE DI STASYS

131

Viene inaugurata domenica 22 ottobre alle 18 nel salone delle conferenze della Camera di Commercio in via Battisti, la mostra delle opere di Stasys, uno dei  più grandi illustratori del mondo.

Organizzata in collaborazione con l’Istituto Polacco di Roma e la Camera di Commercio di Terni, la mostra resterà aperta fino a lunedì 30 ottobre tutti i giorni dalle 10 alle 13 e dalle 16 alle 19.

Ad essere esposti sono manifesti realizzati da Stasys per film, spettacoli teatrali, mostre, musei, concorsi musicali, concerti, festival cinematografici.
Nelle 30 opere esposte, il tratto inconfondibile del disegnatore polacco di origine lituana interpreta, tra l’altro, Il castello di Kafka, l’Ubu Re di Jarry,  Zio Vanja di Cechov, Masquerade di Kijowski, Il violinista sul tetto di Stein e Interrogazione di Bugajski.
La mostra rientra nel “focus Polonia” organizzato dall’Istess nell’ambito della seconda edizione filmfestival  popoli e religioni, che si svolgerà a Terni dal 24 al 29 ottobre e che si concluderà domenica prossima con un’intera giornata al cinema Fiamma dedicata alla cultura polacca, che prevede proiezioni di film (Da un paese lontano e Pogoda na jutro), degustazione di prodotti tipici, il concerto del pianista Bartlomiej Kominek, l’incontro con l’attore e regista Jerzy Stuhr  e la  consegna del premio alla carriera a Krzysztof Zanussi.
All’inaugurazione di domenica prenderà parte lo stesso autore, oltre che  rappresentanti dell’Istituto Polacco e il direttore dell’Istess Stefania Parisi.
L’ingresso alla mostra e a tutti gli eventi del festival è libero.
Stasys Eidrigevicius, nato in Lituania nel 1949, vive a Varsavia e da 30 anni riempie l’immaginario dei polacchi con le sue forme di solitudine e fragilità. Con uomini, animali, lune e alberi muniti di tratti umani. Oggi, in Polonia, è forse l’artista più riconoscibile. Per gli occhi (vuoti o pieni di spavento?) dei suoi personaggi. Per quel punto d’incontro della metafisica con la fantasia del tutto infantile, tutto suo. In questi giorni presenta a Roma, in una galleria per adulti e in un museo per bambini, due campi del suo laboratorio: grafica e illustrazione.
Translate »